Nel bla bla di oggi…Giancarlo ci stupisce con il Rally!

Ciao a tutti/e!
Voglio cogliere l’invito di Laura e Sabrina e condividere con tutti voi un argomento che mi sta molto a cuore, essendo un appassionato e avendolo anche praticato, parlo del rally!
Trattasi di una disciplina motoristica fatta con modelli di auto modificate e allestite, come da regolamento, in modo diverso per i vari gruppi e classi di appartenenza, per affrontare le diverse condizione stradali… asfalto, terra,  neve o ghiaccio!
Nei primi anni ’80 ho partecipato a diversi rally, come pilota, nell’ambito di rally nazionali, togliendomi tutte le soddisfazioni che sognavo da sempre: vivere in prima persona quella cosa che si chiama passione vera…provare quell’adrenalina “corsaiola” che vuol dire mettersi alla  prova nell’ambito delle corse in auto, dove l’imprevedibilità delle situazioni che si possono venire a creare sono all’ordine del giorno, del momento stesso…l’imprevedibiltà del tracciato, le difficoltà del percorso delle prove speciali cronometrate, della loro lunghezza.
Una errata valutazione delle note per esempio, un sasso non calcolato nel punto di corda che percorri, una macchia di olio che ti ritrovi a dover gestire inaspettatamente cercando di mettere in pratica  la reazione migliore…e tenendo sempre presente che chi fà il tempo migliore primeggia!
E’ brivido allo stato puro, e non da ultimo, tenendo presente che per fare risultato le gare vanno soprattutto portate al termine, cosa affatto scontata.
Dopo l’esperienza da pilota ho fatto anche da  navigatore…
Saprete che l’equipaggio è composto dal pilota e dal navigatore, quella persona che accanto al pilota riveste un ruolo  importantissimo nella gestione della gara stessa.
È colui che oltre a gestire la tabella di marcia, indicandone il percorso e facendo rispettare i tempi imposti dalla gara stessa, legge le note al pilota durante la prova speciale, cioè il tratto cronometrato.
Le note sono esattamente quelle indicazioni del percorso della prova speciale fatta  di allunghi veloci e non, curve, dossi, tornanti ecc. che il pilota deve affrontare ed eseguire nel migliore dei modi e nel miglior tempo possibile.
Un connubio di fiducia reciproca che se ben collaudato porta sicuramente ad ottenere i risultati sperati.
Purtroppo il navigatore e’ spesso quella parte dell’equipaggio non considerato a dovere, in quanto troppe volte la notorietà del pilota sovrasta quella del navigatore…succede che ci si ricordi e si indichi  il nome del pilota e non del navigatore…peccato perché e’ una parte essenziale del tutto.
Comunque devo dire che è stata una esperienza incredibile anche mettersi al fianco di un pilota di rally…provare di persona quell’adrenalina da cardiopalma stando seduti accanto…è stato qualcosa di straordinario!
In quella situazione capisci veramente cosa vuol dire “fidarsi” di qualcuno.
Da appassionato di auto da corsa in generale ma sopratutto di rally, attualmente seguo un equipaggio giovane e molto promettente.
Il pilota è il figlio di un mio caro amico fiorentino, un toscano come me, di nome Paolo Ciuffi: gran pilota di rally, plurivittorioso, proprietario di una scuols di pilotaggio ed istruttore di guida sicura e sportiva. La sua scuola, la “D6”,  si trova proprio a  Firenze ed e’ conosciutissima nel settore (per info www.d6group.it).
Come premettevo, il figlio si chiama Tommaso Ciuffi ed il suo navigatore è Nicolò Gonella: due ragazzi poco piu’ che ventenni, ma già imposti all’attenzione delle cronache rallyste in quanto veloci ed affidabili…insomma delle promesse vere!
Non per nulla l’equipaggio fa parte della cerchia ACI SPORT e sono reduci dal rally di Sardegna, un rally di caratura mondiale con tutti i protagonisti e miglior piloti al mondo in circolazione, dove hanno ben figurato nel primo giorno della gara con  tempi di assoluto rilievo, costretti poi ahimè al ritiro per problematiche meccaniche alla loro auto.
I ragazzi avevano ottenuto tempi addirittura di molto inferiori ad equipaggi con auto ben più potenti e perfomanti, tanto da relegar loro, prima dello sfortunato ritiro, il primo posto sia nella loro classe che nel gruppo di appartenenza, ossia il gruppo delle due ruote motrici.
Personalmente sono convinto che se manterranno l’attuale standard dei risultati fin qui ottenuti, l’impegno e la dedizione per questa meravigliosa disciplina automobilistica, saranno i futuri campioni di rally del nostro paese… e io saro’ il primo a tifare come un pazzo perché il Rally per me e’ davvero una passione da sempre!
Ne avremmo un gran bisogno, per riportare nell’Olimpo del mondo Rally quei gran bei risultati cui siamo stati abituati a cominciare dal grande equipaggio Munari-Mannucci…per chi non li conoscesse basta dare un occhio on-line e capire di che personaggi parliamo…e credo di aver detto tutto.
Viva le auto da corsa…viva i RALLY.
Col cuore, Giancarlo
————————————
Un enorme grazie a Giancarlo, originario di Prato, che ora vive vicino a Milano ma torna spesso nella sua Toscana … che torto dargli???
Grazie per averci avvicinato ad un mondo cosi’ particolare e non conosciuto da tutti…e’ sempre bello vedere persone cosi’ energiche ed appassionate!
Laura & Sabrina

 

 

 

Cartoline self-made dall’Isola d’Elba

…Senza filtri e senza essere fotografi provetti…queste sono immagini tratte dalla mia vacanza appena terminata all’Isola d’Elba.

Da 30 anni torno qui, se posso nei mesi dove l’isola è al top della sua bellezza (maggio,giugno e settembre).

Bella, selvaggia al punto giusto…per tutti i tipi di vacanza. Tornarci non è mai banale…qualcosa di nuovo si scopre sempre!

A presto, Laura 20180617_115258

20180617_115252
Spiaggia di Zuccale
20180617_123149
Spiaggia di Zuccale
20180616_204258
I gatti: protagonisti incontrastati dell’isola
20180618_093845
La “chiesina” di Madonna della neve
20180616_210316
I colori al tramonto
20180616_204153
Golfo della Lacona

20180616_204204

15294156604871106788270639290417
L’acqua cristallina a Lacona e poi alla Biodola
20180617_115243
Spiaggia di Barabarca
IMG-20180618-WA0003
Lacona e sulla dx la chiesina di Madonna della neve
20180614_180924
Il golfo Stella

20180614_180954

20180614_184542
Scorcio di Capoliveri
20180614_094439
Vista sul golfo di Lacona e sull’isola di Montecristo

 

Bla bla…take your time and respect yourself! (By Laura)

63813741587e23527daf888aef7bda83

 

Ciao a tutti cari amici,

forse perché sono in vacanza e mi trovo a godere della libertà di giornate senza impegni lavorativi, forse perché l’estate ha il sapore del relax e della libertà…fatto sta che oggi mi va di condividere con voi un pensiero che facevo spesso e che, finalmente da qualche tempo, riesco anche a domare nella pratica.

Il mio lavoro è a stretto contatto con molti clienti e, lo sappiamo tutti, una parte di essi (per fortuna una minoranza!) vive e chiede attenzione totalmente in accordo con i peggiori dei moti: “TUTTO e SUBITO”, “mi raccomando LO FACCIA COME PRIMA COSA”,  “L’ho cercata ma dove era?” …E via dicendo…

E non facciamo i perbenisti…i clienti stupendi, gentili e rispettosi esistono ma i soggetti prevaricatori ci sono, soprattutto nelle grandi città dove il Dio stress domina su tutto e tutti.

E poco importa se negli ultimi 10 anni proprio loro ti hanno ripetutamente detto che sei proattiva, veloce, praticamente insostituibile.

Se il giorno che hanno per l’ennesima volta bisogno di te, spesso anche per questioni che un bambino di 10 anni risolverebbe in cinque minuti da sé, sei da altri clienti, ammalata o impegnata in altri 200 lavori NON IMPORTA…devi mollare tutto e dar retta a loro, perché il resto può ovviamente attendere.

Scusate se sono molto tranchant su tale argomento ma lo sento davvero molto attuale e diffuso.

E purtroppo, questa piccola percentuale di persone, riesce a rovinare la nostra armonia lavorativa come fossero un esercito intero.

Ero personalmente arrivata, circa 3 anni fa,  quasi a voler lasciare il mio ruolo lavorativo che amo, a favore di un reparto senza contatto con i clienti, cosa possibile in una grande azienda.

Passavo un periodo di ripetute corse al pronto soccorso e non riuscivo a star bene, e mi è capitato di ricevere chiamate da ALCUNI clienti che, quando dicevo di essere in ospedale e di non sapere per quanto ne avrei avuto, senza nemmeno mostrare il minimo interesse si dimostravano scocciati e chiedevano come avrebbero fatto a risolvere questo o quello.

Certo, erano sempre gli stessi…quelli di cui già si conosce l’indole e che alla fine sono anche pochi ma vi assicuro…fa male.

Ero davvero sull’orlo della crisi (di nervi).

Ma un giorno un collega più “senior” di me mi ha detto di esserci già passato e di aver trovato dei consigli pratici validissimi nella lettura di un libro del quale sinceramente non ricordo i riferimenti…ma ricordo esattamente le dritte che Roberto mi indicò nel vedermi così stressata e che, giuro, mi hanno cambiato la prospettiva.

Mi piace l’idea di raccontarvele…penso che potrebbero aiutare molte/i di noi…sono semplici, forse scontate, ma metterle a fuoco e in pratica non è cosa da poco.

Innanzitutto il via che dà a certe persone il diritto si trattarci come loro “schiavetti” parte da noi e nemmeno ce ne accorgiamo:  nell’intento di mostrarci veloci rispondendo in tempo reale alle mail, sistemando tutto sempre in 3 secondi e mostrandoci sempre disponibilissimi stile “zerbino” , non solo creiamo precedenti che il cliente percepisce come standard, ma in più implicitamente diamo l’idea  di essere sempre piuttosto liberi e in attesa della loro “chiamata”. Anche se ovviamente non è la realtà.

Lungi da me dal consigliare di abbassare la nostra qualità lavorativa o “cazzeggiare” con tanto di menefreghismo annesso, questo mai, ma se le richieste  non sono così essenziali e non è un danno per il cliente affrontarle con la dovuta calma, allora possiamo rispondere alle mail anche un’oretta dopo, non appena liberi, o sistemare le incombenze non appena lo possiamo fare senza cardiopalma.

Anche per gli sms…chi dice che dobbiamo leggere e rispondere in 1 minuto se la questione non è vitale?

All’inizio forse il cliente in questione si mostrerà infastidito da questo nuovo approccio ma, se poi tutto viene eseguito alla regola e a lui “non è cambiato proprio nulla”…imparerà a capire che siamo persone impegnate, di valore, e che il nostro intervento è prezioso per lui come per gli altri clienti che, proprio come lui, ci desiderano (e che, grazie al cielo, hanno anche un modo carino e gentile).

Provare per credere…assumeremo ai suoi occhi un valore che prima non avevamo: professionisti validi, che provvedono sempre, MA appena possono, perché non siamo a SUA completa disposizione sempre e comunque.

Lo stesso vale con quei personaggi che per un nonnulla tendono ad alzare i toni o ad essere sgarbati: dare delle risposte coerenti, con toni educati ma anche secchi facendo capire che non siamo il pungiball dei loro malumori, li farà desistere in futuro dalla tentazione di trattarci male ogni volta che non hanno nessun altro a casa con cui farlo.

E ci rispetteranno 10 volte di più…ci percepiranno come persone di carattere pronte ad affrontare alla pari qualsiasi discorso.

Il cliente ha sempre ragione? Io direi…il cliente va coccolato e deve godere del miglior servizio possibile, ma sono finiti i tempi in cui valeva tout-cout quel detto. Troppa maleducazione diffusa a tutti i livelli deve portare ad un comportamento che tuteli non solo chi chiede, ma anche chi lavora…eccome!

Non sono politically correct? Pazienza … se sono brava a fare il mio lavoro non ne ho bisogno. E ancor più perché sono donna e giovane e in quanto tale attiro doppiamente questo tipo di atteggiamenti.

E il cliente in cuor suo lo sa…e non ti abbandonerà a favore di un gentilone impomatato che magari poi sa fare poco o nulla.

Ora sto meglio, lavoro sempre tanto, con gli alti e bassi di tutti, ma ho il rispetto intorno a me…e non mi pare poco! Never give up!

Un abbraccio! Laura

mafalda-di-quino

 

 

Bla bla IMPACTO…come ti supero la prova costume!!

Ciao Amici…guardate cosa propone Get Fit Milano a soci e non soci, uomini e donne…per tonificarsi, velocizzare il metabolismo…insomma allenarsi in compagnia per la prova costume imminente o anche solo per divertirsi con un appuntamento diverso dal solito!!!

E’ sufficiente prenotarsi…e andare muniti di bottiglietta d’acqua, tappetino (facoltativo) e sorriso d’ordinanza.

Scommettiamo che qui si conosce anche una sacco di gente interessante? Magari ci conosceremo anche tra noi, visto che questo progetto ci stuzzica parecchio!

Sono sessioni da 30 minuti per tutti, ma proprio tutti! Allenatissimi o “bradipi da divano” che hanno voglia di darsi uno sprint.

Andate a leggere il programma…fa venir voglia di infilarsi pantaloncini e t-shirt e correre là!

Che belle queste idee, fanno sembrare le vacanze più vicine no?

HASTA LUEGO!!!

L & S

More info:

https://www.getfit.it/impacto-getfit-continua-per-tutta-lestate_284.jsp#.WyO73Pkzbcv

 

Il Bla Bla di oggi sei tu…w il BauClub!!

IMG-20180612-WA0023
Il bassotto Sesamo in un tenero abbraccio con la sua padroncina

Ciao Amici amanti degli animali, oggi pubblichiamo una chicca che ci fa scoprire Emanuela di Milano.

Che ci dice…ma lo sapevate che a Milano esiste un posto chiamato BauClub Educazione&Spa?

Che cosa è? Presto detto…UN ASILO PER CANI!🐕

Sappiamo che molti tra noi amano con la A maiuscola i loro amici a 4 zampe come Emanuela, padrona di un tenero bassottino, per cui ci sembra carino trasmettervi questa realtà che, soprattutto in una grande città come Milano, è una manna dal cielo (case piccole, pochissime con uno spazio esterno…ci siamo capiti).

A chi non è capitato di dover andare a qualche evento, tipo ad un matrimonio di amici o un impegno di lavoro, e trovarsi con il problema di affidare il proprio cane a parenti, conoscenti, vicini, ecc…che magari ci hanno aiutato altre volte …però insomma, mica si può sempre contare sugli altri no?!

Ma non solo…in quanti di voi hanno pensato di voler far entrare nella propria vita un cane ma hanno difficoltà a trovare giornate intere, soprattutto inizialmente, da dedicare alla loro educazione per fare in modo che la vita propria e quella del cane filino in armonia? (per il bene di tutti…del padrone, dell’animale e anche della casa, che spesso inizialmente viene “travolta” dall’ingresso dell’animale privo delle regole-base di comportamento).

Ecco, il BauClub è questo…e molto molto altro.

Con molta professionalità, in uno spazio di circa 300 mq, il vostro cane viene ospitato come si deve, in un ambiente pulito e sicuro per una giornata intera o anche solo per qualche ora, o anche volendo con una frequentazione fissa, proprio come all’asilo!

E attenzione…i ragazzi del BauClub possono anche passare a prendere il cane e riportarcelo a casa con un apposito “scuola bus” a misura di bau (cosa che Emanuela ha trovato di grande aiuto nelle sue giornate lavorative)!

Se andate a curiosare sul sito http://www.bauclub.it vedrete che qui per gli amici a 4 zampe c’è la possibilità di divertirsi e socializzare, di imparare e limare i tratti più difficili del proprio carattere (con tanto di pagellino periodico sui risultati!) e di farsi anche belli (toelettatura, vasca ozono, massaggi, ecc.).

Insomma…le cose belle piacciono a tutti…anche ai nostri piccoli amici, che di sicuro ringraziano per non essere lasciati chiusi in casa da soli quando, seppur a malincuore, non abbiamo alternativa…tornando a casa felici, divertiti e migliorati!

Qua la zampa! Ti porto al BauClub!

Grazie Emanuela e grazie a Sesamo! Aspettiamo dal prossimo lettore una nuovo racconto da condividere tra noi.

A presto, S & L

Bla bla…consiglia una lettura pre-nanna per piccoli (ma anche per grandi…da leggere insieme!)

20180611_190226

Cari amici ed amiche,

non posso non condividere con voi la scoperta di questi 2 volumi che mi hanno rapito (sopra nella foto il secondo)…STORIE DELLA BUONANOTTE per bambine ribelli (di Francesca Cavallo ed Elena Favilli ed. Mondadori).

Sembrano solo per bambine…invece no, credo che siano di fantastico insegnamento anche per i maschietti e devo essere sincera, me li sono divorata anche io.

La mia amatissima Zia Sara (una donna, ora, di più di 80 anni  che mi ha fatto da seconda mamma e che da sempre ha un’apertura mentale ed una sua modernità  da fare invidia ad una 30enne), ha regalato i 2 libri a mia figlia in occasione della sua Prima Comunione ed è stato il regalo a mio avviso  più bello e particolare (non si offenda nessuno!).

Ogni volume contiene 100 storie di altrettante DONNE SPECIALI, UNICHE nella loro storia…siano esse artiste, sportive, scienziate, spie, temerarie, avanguardiste, passionarie, icone…ma ognuna dea del proprio tempo.

Donne la cui storia ha lasciato un segno, una strada verso il futuro.

Per ogni donna una breve ma intensa storia di una pagina sulla loro unicità e una immagine del loro essere…scritto in maniera semplice, schietta, dritta al cuore.

Di grande insegnamento ai nostri uomini e donne di domani…e anche una scossa a noi…a non mollare mai, a provarci sempre, a guardare avanti e volare sempre alto, anche nelle difficoltà.

Buonanotte…all’animo ribelle che c’è in ognuno di noi!!!

L&S

20180613_16504620180613_16484820180609_07255520180613_164931

 

 

Strategie dal guru della longevità…per rigenerare e ringiovanire le nostre cellule

 

IMG-20180612-WA0002

Ciao Amici,

oggi vogliamo parlarvi de “LA DIETA DELLA LONGEVITA'”  di Valter Longo, un libro che ci è parso “leggero” ma al tempo stesso denso di validi suggerimenti.

Facciamo subito la necessaria premessa che il nostro non è un blog di medicina, non siamo medici, esperti di dietologia, ecc…insomma non saliamo certo in cattedra, ma quando in libreria ti cade l’occhio su un libro che parla di “proteggere e rigenerare le proprie cellule” viene da pensare che forse vale la pena approfondire…certo, perché alla salute ci teniamo tutti!

Il Professor Longo, eletto dalla rivista Time “guru della longevità”, è uno scienziato riconosciuto a livello internazionale nel campo degli studi sull’invecchiamento cellulare, e quello che ci ha incuriosito è che propone in maniera semplice delle “strategie” per mantenerci giovani nutrendoci con un certo programma fisso, basandosi sul fatto che se ben indirizzato IL CORPO RIPARA E RIGENERA SE STESSO.

Nel libro, tra i vari argomenti, leggerete che il Professor Longo è andato ad esempio a “curiosare” in quei luoghi della terra dove sono concentrati gli ultracentenari (ad esempio nell’isola di Okinawa in Giappone).

Anche in Italia, come noto, ci sono zone, come il nuorese, dove la concentrazione di ultracentenari è altissima. Detto fatto…non vi viene da chiedere a questi arzilli anziani… ma voi cosa mangiate??? Che abitudini avete? Sembrerebbe, in questo caso, che oltre alla dieta a base di legumi, cereali integrali, e verdura….per questi abitanti della Sardegna sia fonte di longevità il mitico formaggio pecorino, di cui fanno largo consumo, e ricco di omega 3!!!

Questo libro tratta di prevenzione di malattie importanti…ma se vogliamo può essere anche un ottimo spunto anche da un punto “estetico”.

D’altronde, e parliamo soprattutto di noi donne, siamo sempre in fermento per cercare la crema “miracolosa” che ci regali un viso fresco, giovane…insomma dateci 10 anni in meno se possibile!…ma dobbiamo capire di dover dedicare anche un po’ di tempo per approfondire come CURARE LA NOSTRA BELLEZZA DA DENTRO, partendo da una sinergia che unisca la cura del nostro “dentro” (con le strategie del Dott. Longo ad esempio) alla cura dell’esteriorità, per la quale esistono mille prodotti e trattamenti di ogni tipo.

Senza il “dentro” sano…il “fuori” non ci darà a lungo i risultati sperati.

Uno dei cavalli di battaglia che ha reso noto Valter Longo inoltre, è la sua propensione alla pratica della cosiddetta “dieta MIMA- digiuno” che non è un vero e proprio digiuno, ma una riduzione degli alimenti che agiscono sui livelli di insulina, come quelli altamente proteici.

Si tratta di un regime restrittivo che abolisce totalmente alcuni alimenti (non è un digiuno nel senso classico del termine…leggere per credere) finalizzato alla SALUTE e al BENESSERE del corpo, e conseguentemente anche ad una perdita di peso per chi ne necessita (ma è la conseguenza e non lo scopo), da farsi comunque sempre sotto controllo medico e non fai-da-te.

Lasciando i risvolti medico-scientifici a chi desidera approfondirli, segnaliamo che questo libro ha avuto notevoli riconoscimenti scientifici…ma come avrete capito lo spirito del BlaBlachain ve lo propone più  come ricetta per sentirsi bene in generale, a 360 gradi…dentro e fuori…corpo e mente.

Ah…un’ultima cosa…alla fine del libro trovate anche delle ricette molto sane e sfiziose…diremmo curiose…viene voglia di provare a metterle in pratica!

Fateci sapere se lo avete già letto o se già avete seguito i consigli del Dott. Longo…condividere aiuta sempre!

Buona rigenerazione a tutti!!!

Alla prossima L & S

IMG-20180612-WA0001

 

Il Bla Bla di oggi SEI TU…Il potere inedito dei semi di lino (from Colombia!)

Ciao amici di BlaBlaChain,

in vista delle vacanze estive e della voglia di essere più belli…non potevamo non condividere con voi una ricetta cosmetica inviataci da Maricel, la prima lettrice che si è buttata nel nostro progetto de “il Bla Bla di oggi SEI TU” (complimenti!🤩).

Maricel, ci scrive, è colombiana ed ha 51 anni, e vive da tanti anni in Italia, che considera davvero la sua casa tanto quanto la adorata Colombia.

Maricel ci svela un segreto di bellezza che lei stessa, nella sua mail, dice essere SEMPLICISSIMO, ma efficace in maniera inaspettata…( nel suo paese lo conoscono tutti, ma ha voluto condividerlo perché ha notato che tra le amiche italiane riscuote sempre stupore ed interesse).

Ci parla del potere dei semi di lino per 2 principali utilizzi: come prodotto dall’effetto-lifting immediato per il viso e come prodotto da utilizzare al posto del gel, per tenere a posto i capelli con un veloce tocco finale uscendo di casa…e far reggere la piega tutto il giorno!!!

Bisogna armarsi di: una bottiglietta d’acqua naturale da 500 ml e 3 cucchiai da minestra di semi di lino (in vendita un po’ ovunque oramai, anche nei normali supermercati).

Cominciamo con la spiegazione: mettiamo l’acqua in un pentolino con i semi sul fuoco (girando ogni tanto per non fare attaccare i semi al fondo) e portiamo ad ebollizione.

Dall’ebollizione lasciamo ancora sul fuoco il tutto per altri 5/8 minuti.

Il risultato e’ una sorta di “pappetta” appiccicosa e un po’ densa color marrone chiaro (pare lo “skifidol” dei bambini!!!…diligentemente Maricel ci allega anche una foto!).

Scoliamo con un colino separando i semi di lino (che butteremo via) e riponiamo la pappetta all’interno di un porta-cubetti del ghiaccio.

Perché? Perché ne terremo circa una tazzina da caffè in frigorifero da utilizzare ogni mattina come base per il trucco ad effetto lifting (CREDETECI!!) e come tocco finale ai capelli; mentre gli altri cubetti li utilizzeremo con calma uno ad uno man mano servono (il prodotto in frigorifero va utilizzato al massimo in una settimana, e con le quantità che vi abbiamo indicato ne avrete per un bel po’!).

Non temete: l’effetto “appiccicaticcio” sparisce dopo pochi secondi sia sulla pelle che sui capelli…come se il prodotto non ci fosse…ma l’effetto e’ assicurato. Davvero!

Altro che ricette complicatissime che si leggono in giro…o prodotti costosi con dentro un percentuale minuscola di semi di lino…questa in 5 minuti e’ pronta, al costo di pochi euro, naturale, super “concentrata” ed e’ efficace! Geniale no?

Super grazie a Maricel!

A presto … aspettiamo altre vostre mail!

L&S

20180605_145920

Adesso fatti avanti…ORA TOCCA A TE!

 

WE WANT YOU!

Buongiorno caro amico/a di TheBlaBlaChain…CI SIAMO!!!😉

Nel precedente articolo, in occasione del compimento del primo mese del blog, abbiamo espresso “Thanks” sinceri da fare e tanto entusiasmo da trasmettere, e accennato ad un progetto cui vogliamo dare vita subito, ora che inizia la stagione estiva che ci rende tutti più leggeri, più vitali, e con più voglia di comunicare agli altri qualcosa di noi.

Vogliamo davvero far partire quella catena tra le persone, e gli anelli della catena sono persone come TE, e come noi…

Si, sei proprio tu che leggi in questo momento che noi e gli altri utenti vogliamo conoscere: le tue abitudini, le tue idee da condividere e che ci tieni a raccontare pensando proprio: “ma…lo sapevate che…???”.

Siano esse idee in cucina, idee di lettura, di viaggi, di dritte pratiche per la vita di ogni giorno…fitness, bellezza, wellness, cultura, lavoro, famiglia…non ci precludiamo alcun bla bla, lo abbiamo sempre detto, purché POSITIVO, interessante, costruttivo.

Superfluo dire che non ci interessano argomenti di critica, di negatività…la vita ha degli alti e bassi per tutti, ma questo vuole essere uno spazio dove rilassarsi, fare un sorriso leggendo, incuriosirsi e scoprire che come noi tante altre persone hanno idee e consigli da trasmettere.

E ci piacerebbe poter pensare leggendo “…ma pensa te…non sapevo che…”.

Puoi palesare la tua identità o restare anonimo/a, dare dettagli di te o semplicemente raccontare senza esporti…non e’ un banco di prova, non ci sono giudizi…c’e’ solo voglia di poter dire: IL BLA BLA DI OGGI SEI TU!

Pubblicheremo gli articoli e fotografie ritenuti in linea con il nostro trend (che d’altronde conosci), che ci farai pervenire via e-mail al nostro indirizzo mail: theblablachain@gmail.com

E…se non hai voglia o tempo di scrivere un articolo intero… mandaci pure le tue idee e la spiegazione di cio’ che vuoi venga pubblicato, possiamo “assemblare” noi l’articolo per te, rispettando la tua precisa volonta’ di indicare o meno l’ identita’ o i tuoi dati.

…forza, dì la verita’…un’idea carina gia’ frulla nella tua mente! SCRIVICELA! IL PROTAGONISTA OGGI SEI TU!

Che la BlaBlaChain abbia inizio!!!!

L&S

 

 

Bla bla…Thanks!!!(by L & S)

20180605_165432

(foto scattata al Live Wine 2018 ex Palazzo del Ghiaccio di Via Piranesi Milano)😍

Ciao Amici ed Amiche,

con oggi è passato esattamente un mese da quando è nato Theblablachain!!! A noi però sembra molto di più, forse perché in questo mese abbiamo conosciuto voi, il mix di anime…come fin da subito ci è piaciuto scrivere nel nostro “About us”.

Come ormai avrete capito non abbiamo un “focus” ben preciso nel senso canonico del termine…e forse nemmeno lo cerchiamo! Si, perché l’idea che ci ha spinto a creare questo spazio è la voglia di condividere, comunicare pezzi di vita vissuta…vita quotidiana che vale la pena di raccontare…proprio come quando incontri un caro amico e ti viene subito da dire: “Oh, ma lo sai che…???”

La vita di ognuno di noi è varia e spazia in mille direzioni….e noi non vogliamo precludercene nessuna, parlando un po’ di tutto, come si fa tra confidenti.

Se proprio bisogna dare un nome a questo “benedetto” focus (visto che va tanto di moda!!!) allora diciamo che…il focus siamo NOI e siete VOI, le nostre esperienze e le chiacchiere che ne derivano.

Proprio sul VOI abbiamo un progetto carinissimo che a breve vi coinvolgerà in prima persona…perché vogliamo che, dopo i primi tempi di “rodaggio”, di lavoro per gettare le nostre basi, davvero ora nasca e cresca la catena dei bla bla…e in quella catena dobbiamo esserci TUTTI…(a breve vi spiegheremo meglio come!😉).

Che dire…grazie di cuore a tutti quelli che ci hanno aiutato e dato spunti, dedicato il loro tempo, e a tutti quelli che ci hanno letto con curiosità e regalato riscontri bellissimi.

Un particolare grazie a Chiara di Lazycrab (beachwear)…che siamo convinte arriverà lontano e a cui vogliamo un bene enorme.

È partito tutto davanti a due calici di vino bianco e ad un PC, il 9 maggio 2018, quando Laura e Sabrina si sono dette…buttiamoci che di sicuro ci divertiamo come matte…e così è, ve lo assicuriamo!!!

Da ora in poi si va avanti…la catena può diventare lunghissima e i protagonisti siamo TUTTI NOI, nella nostra individualità.

Un abbraccio e…keep in touch! (Mi raccomando…cercateci anche su Instagram!)

 

Laura e Sabrina

I segreti del Metodo Konmari…we love Marie Kondo (by Sabrina)

IMG-20180605-WA0010.jpg

Ciao amici,

oggi vorrei condividere con voi la “meravigliosa sensazione” che mi ha trasmesso il libro “96 lezioni di felicità” della scrittrice giapponese Marie Kondo, focalizzato sulla disciplina del mettere in ordine.

Ho scoperto (ma magari voi lo sapevate!) che in Giappone l’arte del riordino è una disciplina universitaria, e Marie Kondo di questa disciplina…ne ha fatto una professione!

Adoro Marie Kondo…perchè dopo aver letto il suo libro il mio guardaroba contiene solo ciò che amo veramente, solo quello che “mi fa battere il cuore”.

Siamo sinceri, quanti capi d’abbigliamento abbiamo, appesi nell’armadio, che non ci rappresentano più…VIAAAA ELIMINARLI, dice Marie, il che non vuol dire gettarli nella spazzatura, ma magari regalarli a chi li può apprezzare.

Non può non affascinare una scrittrice che dice…abbraccia un vestito…prova a cogliere se ti trasmette felicità…e se no…eliminalo dalla tua vita! Le sue parole vanno al di là della praticità, ti inebriano di sensazioni positive ed energie benefiche, che scrivono l’inizio di un percorso nuovo dentro di noi.

Non avete idea che sensazione di benessere nel leggere e successivamente nel mettere in pratica!

E comunque, per incuriosirvi, vi dico anche che secondo Marie Kondo riordinare la casa può aiutare a….METTERE ORDINE NELLA VITA SENTIMENTALE!!!

Ora vi lascio…al magico potere del riordino…e alla lettura di queste pagine incredibili.

Si aprirà davanti a voi una prospettiva nuova.

Un abbraccio.

Sabrina

20180606_19441820180606_194527

 

IMG-20180605-WA0009

Nutrirsi in maniera sana e gustosa a Milano…we love Anima Veg

 

anima-veg

Buongiorno amiche ed amici,

oggi voglio parlarvi di una mia personale esperienza da lavoratrice DOC, e cioè una di quelle persone che tengono il sedere appiccicato alla seggiola per 9/10 ore al giorno (salvo pause caffè e corse alla toilette!) e hanno in media 45/50 minuti per ingurgitare qualcosa in pausa pranzo…

Non fatevi trarre in inganno dal titolo; non sono né vegetariana né vegana (pur ammirando le persone che hanno preso la decisione di esserlo…qui non si giudica nessuno e nemmeno si ha la velleità di insegnare la verità, ci mancherebbe, non e’ proprio nella nostra filosofia)…ma alla salute ci tengo eccome, come tutti del resto.

dato che siamo anche ciò che mangiamo… ho voglia di condividere con voi alcune mie personali considerazioni in merito.

Converrete con me che a pranzo si finisce per l’80% delle volte, sia per nervosismo, che per pigrizia, o anche per fretta, a divorare panini unti o piatti riscaldati giusto quelle 4/5 volte nei bar (per carità, esistono anche panini buonissimi e ben fatti da non demonizzare, ma spesso invece ci chiediamo chissà da quanto sono in quella vetrinetta…o come sono stati cucinati i piatti pronti! Dite la verità, succede…).

Con la mia collega/amica più fidata siamo sempre alla ricerca di posti dove si riesca, anche col poco tempo che abbiamo a disposizione, a mangiare qualcosa che faccia bene, che ci sazi e sia buono…

Lavoriamo proprio nel centro di Milano e tra le nostre mete preferite c’e’ AnimaVeg: si, perché AnimaVeg e’ un Bio Market davvero completo e fornito di prodotti introvabili anche in altri supermercati biologici (vi ricordate il primo articolo del nostro neo-nato blog sulla pasta di Cocco? Ebbene…tutto nasce da AnimaVeg, e dai preziosi consigli dei ragazzi che troviamo in negozio, davvero molto preparati).

Innanzi tutto da Anima Veg e’ possibile trovare, fatti al momento, centrifugati di frutta e verdura fresca BUONISSIMI (consigliano al momento delle combinazioni deliziose!), smoothies (con latte ovviamente vegetale di ogni sorta), e prodotti da forno sempre freschissimi e particolari (dalle focacce con farina di piselli, di ceci, di lenticchie…muffins dolci…elencare tutto e’ impossibile ma vi assicuro che la scelta e’ ampia).

Inoltre da questa estate e’ stato allestito uno spazio esterno carinissimo dove e’ possibile mangiare una selezione di piatti (serviti al tavolo) curati e invitanti..oltre che sani ovviamente.

La location e’  molto molto rilassante, le porzioni non “risicate” (perché abbiamo fame!) e il costo assolutamente in linea con uno di quei panini “unti” di cui si diceva sopra.

Inoltre c’e’ la possibilità di fare la spesa Bio anche con un occhio al portafoglio, e lo dico veramente : ci sono sempre offerte del periodo (anche su frutta e verdura freschi), si trovano anche prodotti sfusi da acquistare a peso (semi, cereali) e per ogni gusto c’e’ una scelta di prodotti di ogni genere, dal dolce al salato, con prezzi davvero concorrenziali.

Sul sito di AnimaVeg poi, per capire anche le peculiarità di molti prodotti e come utilizzarli al meglio, troviamo ricette di ogni genere che personalmente trovo decisamente originali, ed articoli ed interviste per approfondire argomenti specifici sul mondo Veg e Bio (scoprite tutto su www.animaveg.it).

Che dire, io vi consiglio di andare a fare un giro…sono certa che sarete incuriosite, come capita ogni volta a me, da prodotti inediti e vi verrà voglia di nuove esperienze culinarie sane!

A presto con altri bla bla tra noi!

Laura

 

 

animaveg-300x221

 

mercatino-bio-anima-veg-628x353

 

Bla bla…kids! Cosa ci mettiamo ai piedi?

 

20180528_214230

FB_IMG_1527604681064.jpg

Milano, sabato mattina vigilia della Prima Comunione dei nostri 2 marmocchi…io e Sabrina, come spesso accade, travolte da lavoro, casa e anche da un po’ di sana e felice sbadataggine, ci svegliamo con l’ansia di aver previsto tutto per l’indomani (o quasi!) tranne….le scarpe per i bambini!

Amiche pazze scriteriate, ci troviamo davanti ad un caffè in zona Buenos Aires (con i bambini, un maschietto e una femmina…uno a testa!) in preda all’ansia…”ecco…adesso a fare le cose all’ultimo si fanno pasticci…non troveremo il numero giusto” …senza contare le 2 iene che nel frattempo buttavano la’ frasi del tipo :”ma io le voglio col fiocco!”…”io invece le voglio morbide e rigorosamente da ginnastica!”

A-I-U-T-O ci siamo dette, sicure che avremmo fatto l’acquisto frettoloso peggiore degli ultimi tempi, pur di non mandare in chiesa i bambini con le sneakers fluorescenti che solitamente indossano.

Cammina cammina…l’idea era di trovare scarpe di qualità senza svenarci, che piacessero a loro ma che fossero di buon gusto (e sappiamo che non e’ affatto semplice trovare ciò che metta d’accordo genitori e figli…).

Che dire : GRAZIE Anila e Maurizio! Ora che vi abbiamo scoperto non vi liberete più di noi, estate e inverno, per esigenze casual e anche per le più “eleganti”!

In una delle traverse di Corso Buenos Aires (Via Ponchielli) ecco che troviamo un negozio di sole scarpe per bimbi…un’apparizione!

Belle, di classe, di ottima fattura (europea) e con materiali di prima qualità…di ogni tipo e forma (le foto sono nostre!) e con prezzi giusti per chi desidera mettere ai piedi dei bambini un prodotto da 10 e lode senza dover per forza spendere (spesso accade!) quasi più che per le proprie scarpe.

Inoltre, e cosa non da poco, Anila e Maurizio sono di una cortesia e pazienza rare con genitori e con i bimbi (oltre che essere davvero onesti, ve ne renderete conto da soli) e aiutano e consigliano nella scelta della scarpa anche in base alla tipologia del piede (a mia figlia, per esempio, hanno fatto un buco aggiuntivo al momento per il cinturino di un sandaletto…).

Credete che ci siamo limitate all’acquisto della scarpetta per la Comunione???!!! Ovviamente no…”già che ci siamo” come si usa dire in queste occasioni dalle nostre parti…ci siamo sistemati per tutta l’estate!

Non potevamo non condividere con altre mamme questa scoperta perché oramai per i bimbi negozi cosi’ sono davvero rari…e chi vive a Milano lo sa!

A presto, L&S

[Grazie ad Anila e Maurizio per la vostra cortesia e complimenti per la vostra attività e per la passione con cui la gestite: ce ne fossero di più di persone come voi!]

20180528_21425520180528_21410920180528_214042aFB_IMG_1527604741141FB_IMG_152760470836920180528_214315