La storia degli ‘haters’ comincia proprio a stancare…no?

 

teaser hater.2017-10-20-12-29-21
ATTACCO HATERS!

Ciao amici,

con la scusa di cimentarci in questo blog molto leggero e divertente (almeno, lo è per noi che ci liberiamo la testa scrivendo!) io e Sabrina ci siamo lanciate anche come new entry in un social network.

Noi 40enni un po’ vecchia maniera…ci siamo dette: no Facebook e’ troppo “invasivo”, ci vediamo meglio su Instagram.

E così abbiamo aperto la pagina @thablablachain…dove postiamo qualche immagine che ci piace e la cosa ci diverte assai.

Fin qui tutto normale.

Non vivendo sulla luna certo che avevamo sentito parlare di questi famosi haters che circolano sul web… personaggi che ora noi identifichiamo come poveri frustrati (gente peraltro, a nostro avviso, con moltissimo tempo a disposizione oltre che con una quantità di PH acido dentro sé da far invidia a un limone).

Ma all’inizio della nostra avventura non avevamo assolutamente idea dell’entità del fenomeno.

Seguendo qualche personaggio conosciuto (pochissimi peraltro) ci siamo imbattute in insulti pesantissimi, addirittura minacce, frasi senza senso, livore a fiumi, invidia senza speranza di poter essere risolta.

Non so che dire…se non che non mi capacito di tutto cio’.

No, non avevamo la più lontana idea di quale fosse realmente la situazione e, da “vecchiette”, ne siamo rimaste amareggiate.

Perché, se non apprezzi un personaggio, non passi oltre e guardi qualcosa che ti aggrada? Perché  in tutto ci deve essere per forza del marcio, qualcuno da colpire (e qui parlo di insulti e offese pesanti), un giudizio cattivo da dover per forza esprimere?

Perché non tenersi le proprie idee per sé, e magari condividerle ridendo con gli amici davanti a un bicchiere di vino, spettegolando amabilmente come si usava ai nostri tempi, senza fare del male a nessuno? Una decina di anni fa c’era il pettegolezzo…ora c’è l’attacco pesante.

Pensate che io l’anno scorso mi ero “iscritta” su un sito di moda e gossip (una cosa davvero MOLTO MOLTO FRIVOLA)…lo leggevo in pausa pranzo, quando non avevo nemmeno il tempo di sedermi ad un bar, e mangiavo magari un toast davanti al PC.

Beh…ho dovuto abbandonare immediatamente, presa d’assalto da insulti e offese (tante!) perché mi ero permessa di commentare dicendo che, a mio parere, Chiara Ferragni e’ davvero una bella ragazza.

Ok, può non piacere, può non stare simpatica (stessimo parlando poi di chissà quale importante questione!), puoi avere 1000 idee tue…ma se ti infastidisce cosi’ tanto perché leggi articoli sul suo conto? Perché non passi oltre? Perché insulti chi la pensa diversamente da te?

Leggiamo interi battibecchi tra “followers” che si mangiano letteralmente il fegato pur di avere l’ultimo insulto! Ma non capiscono che gli unici a rovinarsi le budella sono solo loro stessi? (Eccone in fondo uno preso a caso…)

Non comprendo. Non ne capisco il fine, e sono certa che nemmeno la loro rabbia interiore si risolve scrivendo certe cose…se cosi’ fosse potrei pensare ad una “scusante terapeutica”  per un malessere più grande, nascosto tra parole al vento.

Ma non è cosi’. È tutto fine a sé stesso…nulla di costruttivo, di utile…il nulla più assoluto.

Che tristezza. Che società…non ho altro da dire.

Solo che mi piacerebbe che la condivisione fosse appannaggio di idee simpatiche, positive, utili…scherzose…anche, perché no, sceme! Insomma, tutto fuorché l’insulto.

Che invece la fa da padrone.

Voglio pensare che in molti siano d’accordo  con me…mi piace davvero crederlo anche se qualche dubbio ce l’ho…

Vi saluto con un pò di sconforto,

Laura

 

SOTTO…un esempio…privato ovviamente di dati per privacy, parolacce e ahimè anche bestemmie…NO WORDS!

20180726_105426.jpg

13 thoughts on “La storia degli ‘haters’ comincia proprio a stancare…no?”

    1. …si ma al loro livello non mi abbasserei mai….bisogna ignorare. Se tutti ignorassero gli insulti, chi insulta la smetterebbe perché non avrebbe pubblico. Ma si sa…chi si somiglia si piglia, e così partono catene infinite di parolacce,bestemmie….

      Liked by 1 person

  1. gli “haters” ci sono sempre stati , quelli che si occupano più della vita degli altri che della loro , oggi purtroppo il clima mondiale non aiuta e la tecnologia invece aiuta proprio coloro che fanno dell’odio la ragione di vita …..buonagiornata

    Liked by 2 people

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s